DONAZIONE DEL “RELIQUIARIO TESTIMONIANZA”
IN MEMORIA DI PADRE PLACIDO CORTESE

Mercoledì 27 gennaio 2021
Museo Antoniano
Basilica di Sant’Antonio di Padova
Piazza del Santo 11, Padova

In occasione della Giornata della Memoria e della posa della pietra d’Inciampo in memoria di Padre Placido Cortese, la
Veneranda Arca di S. Antonio d’intesa con il rettore della Pontificia Basilica di sant’Antonio di Padova, p. Oliviero Svanera e la comunità francescana del Santo, ha collocato all’interno del Museo Antoniano di Padova un “Reliquiario-Testimonianza” a lui dedicato.

Era l’8 ottobre 1944, verso le ore tredici e trenta, quando Padre Cortese venne chiamato, con l’inganno, fuori del complesso della Basilica di Sant’ Antonio e catturato dalla SS tedesca per essere portato nella sede della Gestapo a Trieste, dove venne sottoposto a ripetute torture per estorcergli i nomi dei collaboratori del “Fra.Ma”, organizzazione clandestina sorta durante la Resistenza, di cui era diventato punto di riferimento. Ma padre Placido Cortese si chiuse nel silenzio e alla fine venne ucciso, verso la metà di novembre del 1944 e il suo corpo finì nel forno crematorio della tristemente famosa Risiera di San Sabba, campo di sterminio nazista a Trieste.

L’opera, donata dall’artista Paolo Marcolongo, contiene al suo interno alcune schegge del muro del bunker in cui Padre Placido fu imprigionato a Trieste dalle SS nel 1944 e un frammento di carta dove padre Placido appuntò la parola “santo”.

Sopra
Il prezioso reliquiario.

Sotto
Da sinistra p. Giorgio Laggioni, l’artista Paolo Marcolongo e la presidente della Veneranda Arca Giovanna Baldissin Molli al Museo Antoniano.

IN MEMORIA DI PADRE PLACIDO CORTESE ultima modifica: 2021-01-27T18:00:59+02:00 da Veneranda Arca di S. Antonio Padova