UNA LUCE DIRADA L’OSCURITA’:
ACCENSIONE DEL LUME A NOVE BRACCI
opera di Guy de Rougemon

Martedì 15 dicembre 2020
Basilica di Sant’ Antonio di Padova
Chiostro del Generale, ore 17:00

Saranno presenti il padre rettore della basilica di Sant’Antonio, Oliviero Svanera e il rabbino capo di Padova Adolfo Locci

Nel mese di novembre stata promossa dalla Comunità Ebraica di Padova, nella sede del Museo Ebraico la mostra Una luce dirada l’oscurità, che ospita i tradizionali lumi a nove bracci, gli Chanukkiot, in un’esposizione disseminata nei luoghi più significativi della città.
La mostra ora è chiusa, ma il segno della luce riceve qui oggi, nel chiostro del Generale nel Santuario di Antonio, in coincidenza della festa di Chanukkà, un particolare suggello con la rituale accensione del candelabro dell’artista
Guy de Rougemont alle 17:00 in un momento di preghiera comune alla presenza del rettore della basilica p. Oliviero Svanera, e del rabbino capo di Padova Adolfo Locci.
L’evento sarà ripreso da Rete Veneta che lo proporrà alla cittadinanza nel corso della programmazione serale.

Sopra
Il chanukkia (lume a nove bracci) realizzato da Guy de Rougemont nel Chiostro del Generale della Basilica di Sant’Antonio.

Al centro
Un momento di preghiera con rav Adolfo Locci, p. Oliviero Svanera e la presidente della Veneranda Arca Giovanna Baldissin Molli.

Sotto
Il momento dell’accensione rituale dei ceri.

UNA LUCE DIRADA L’OSCURITA’ ultima modifica: 2020-12-15T14:56:15+02:00 da Veneranda Arca di S. Antonio Padova